Dieci spiagge bellissime in Toscana

Condividi ora!

Oggi vi vogliamo portare su dieci spiagge che consideriamo fra le più belle della Toscana.

Per la verità non ci sono solo queste che vi indichiamo.

Diciamo che nella scelta abbiamo applicato un criterio tutto personale e parleremo di quelle che suscitano in noi delle emozioni.

Ciò non toglie, per amor di verità, che siano altre quelle che invece hanno lo stesso effetto su di voi.

Ma procediamo con le “nostre” scendendo da nord a sud.

La prima delle dieci spiagge: la Lecciona, vicino a Viareggio

Questo tratto di spiaggia libera, sabbiosa e rilassante, è situata tra Viareggio e Marina di Torre del Lago.

Si trova nel meraviglioso e incontaminato contesto del Parco Regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli.

È forse la spiaggia più estesa di tutta la Versilia ed è coronata da dune di sabbia dorata che si tuffano in un mare cristallino perfetto sia per nuotare che per fare lunghe passeggiate sulla battigia.

Il posto è adatto a un turismo libero, sempre in cerca di privacy e relax.

Questa spiaggia ci ha colpito anche perché offre una visione diversa e inaspettata della Versilia, lontana da stabilimenti attrezzati e modaioli.

La Baia del Quercetano a Castiglioncello

La Baia del Quercetano, a Castiglioncello

Scendiamo sulla costa livornese e troviamo la Baia del Quercetano, a Castiglioncello

Sabbia fine, scogli levigati e macchia mediterranea fanno da cornice a questa incantevole baia.

La profondità della spiaggia è limitata dalla vecchia statale Aurelia, ma per la sua conformazione è spesso riparata dai venti e quindi è perfetta per tutti in tutte le stagioni.

Sulla sua spiaggia ambrata a forma di mezzaluna si affacciano sia stabilimenti che zone libere, sia ristorantini che piccoli bar, creando una situazione deliziosa.

E si sente ancora il profumo della “Dolce Vita” di un tempo, animata dalla presenza di attori del calibro di Marcello Mastroianni, Alberto Sordi e Vittorio Gassman.

Le spiagge della Costa Etrusca

E arriviamo al Promontorio di Piombino.

Non dimentichiamoci del Golfo di Baratti la cui curva ombreggiata da una imponente pineta custodisce ancora tesori etruschi.

Qui la spiaggia si affaccia ancora sul Mar Ligure ma noi vogliamo portarvi sulla prima propaggine del Mar Tirreno, a sud di Piombino sul Golfo di Follonica e all’interno del Parco della Sterpaia.

Attorno ad un’antica torre del Cinquecento, Torre Mozza, ora trasformata in struttura alberghiera di fascia medio-alta, si snoda una spiaggia che vanta un’acqua davvero invitante.

I suoi fondali offrono molte sorprese, una per tutte una scogliera sommersa parallela alla costa lunga centinaia di metri che pare fosse l’Antica Via Aurelia romana.

Torre Mozza sul Golfo di Follonica

Cala Violina a Scarlino

Il raggiungimento della bellezza comporta sempre qualche sacrificio.

Per raggiungere la selvaggia Cala Violina occorre svegliarsi presto, anzi prestissimo in alta stagione, e attendere l’apertura del parcheggio che ha solo 150 posti auto.

E da qui vi aspetta un percorso a piedi nella macchia mediterranea di più di un chilometro.

Questa bellissima spiaggia si trova in quel tratto di costa che collega Follonica a Punta Ala, proprio all’interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino.

Il suo nome deriva dal particolare suono emesso dai piccoli granelli di quarzo, di cui è costituita la spiaggia, quando ci si cammina sopra e che ricordano, appunto, quello dello strumento musicale.

Possiamo a buona ragione definire questa caletta un piccolo angolo di paradiso maremmano che regala sempre delle giornate indimenticabili. 

Le Rocchette a Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia è chiamata anche la “Svizzera della Maremma” e si trova su un magnifico tratto di costa.

È una destinazione perfetta per le famiglie con bambini al seguito grazie al suo fondale basso di morbida sabbia e stabilimenti attrezzati con ogni possibile comfort.

Se non sapete su quale spiaggia approdare, dato il gran numero di lidi, vi consigliamo la pittoresca Spiaggia delle Rocchette, così chiamata perché dominata dal Forte delle Rocchette, un’antica torre di avvistamento oggi proprietà privata.

Due delle nostre dieci spiagge sono all’Argentario

Cominciamo con la lunga spiaggia del Tombolo della Feniglia.

Si tratta di quasi sette chilometri di soffice sabbia dorata che collegano Ansedonia col Monte Argentario.

È praticamente incontaminata, con davanti un mare cristallino e dietro la natura selvaggia della sua pineta.

Costituisce la Riserva Naturale della Duna della Feniglia

Si lascia la macchina in uno dei tanti parcheggi all’ombra dei pini e si va, a piedi o in bici, a fare una passeggiata nella pineta, ritagliandosi poi uno spazio di relax su una delle spiagge toscane più famose.

La lunga spiaggia del Tombolo della Feniglia all’Argentario

Cala del Gesso

Si affaccia su un limpido mare color smeraldo davanti all’Isolotto dell’Argentarola e vi farà innamorare al primo sguardo.

La sua bellezza selvaggia vale bene il percorso non proprio agevolissimo che si deve fare per raggiungerla, a meno che non possiate arrivarci via mare.

È la meta perfetta per chi ama mettere la testa sott’acqua con maschera e boccaglio, sempre riparata dai venti!

Un’insenatura di rocce e ciottoli levigati, un fondale ricchissimo da esplorare, mare cristallino… un vero angolo di paradiso!

A vegliarla dall’alto una torre di avvistamento d’origine spagnola risalente al XV secolo.

Ed infine le spiagge sulle isole

Andiamo per prima sulla piccola Isola del Giglio, un vero dono della natura, dove sbarcare almeno una volta nella vita.

L’atmosfera isolana è fatta di divertimento, pace e tradizione, ed è resa ancor più attraente dalla presenza di piccole chicche sparse lungo tutta la sua costa.

Tra queste spicca la comoda Spiaggia delle Cannelle, con il suo mare blu trasparente e la sua caletta bianca di quarzo che brilla al sole come una gemma.

L’unico neo è che è lunga appena 100 metri, ed è difficile trovare posto.

La Spiaggia di Sansone all’Isola d’Elba

La Spiaggia di Sansone all’Isola d’Elba

È quando soffia lo scirocco che la Spiaggia di Sansone assume il suo aspetto incredibile, con il fondale bianco che sembra accendersi di luce propria sotto le sue acque calme e trasparenti.

Candide scogliere, tipiche della costa di Portoferraio, proteggono questo piccolo paradiso di sabbia dorata, adatto a un turismo che non ha paura di affrontare percorsi a piedi nella natura.

Chi ama lo snorkeling troverà fondali magnifici, e chi ama tuffarsi avrà grandiose rocce da usare come trampolino.

E per ultima Cala Giovanna sull’isola di Pianosa

Se l’Isola d’Elba si erge con i mille metri del suo Monte Capanne, a poche miglia c’è un triangolino di terra piatta: l’Isola di Pianosa

È disabitata dal 1998 ed è famosa per il suo storico carcere, ormai chiuso, e per la sua area marina protetta.

C’è un’unica spiaggia dove è consentita la sosta e quindi il bagno, ed è semplicemente fantastica.

Parliamo di Cala Giovanna e qui vi aspetta un mare più azzurro del cielo ed una morbida spiaggia bianca.

È anche possibile scorgere i resti di una villa romana.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *