Il litorale pisano

Condividi ora!

Il litorale pisano inizia dove finisce la Versilia, ovvero a Marina di Vecchiano, poco a nord della foce del Serchio.

Si conclude poco a sud di Calambrone, dove sbocca il canale scolmatore dell’Arno.

Vediamo cosa c’è di interessante in questa fascia costiera di appena 25 km, tutta – naturalmente – in Provincia di Pisa.

Il litorale pisano, spesso non apprezzato come si merita

Pur essendo lo sbocco della città di Pisa, gli stessi toscani hanno sempre un po’ snobbato questa zona.

Certo la vicina Versilia offre molto di più.

Sicuramente, poi, rimane nella memoria collettiva il fatto che ancora all’inizio del secolo scorso non tutta questa zona era libera da impaludamenti vari.

Eppure, in così poco spazio ci sono quattro centri balneari: da nord a sud, Marina di Vecchiano, Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone.

Vi sboccano due fiumi: l’Arno e il Serchio.

E ci sono due Riserve Naturali: la Tenuta di San Rossore a nord e quella di Tombolo a sud.

E per non farsi mancare nulla, quasi sull’Arno a 5-6 chilometri dalla sua foce c’è un esempio suggestivo e quasi unico di basilica romana.

È San Piero a Grado, la chiesa senza facciata.

Le dune di sabbia, habitat tipico di questo tratto di costa toscana

Per darvi qualche idea…

Sicuramente dovete passare almeno una giornata nel Parco di San Rossore.

Si estende dal lago di Massaciuccoli nell’interno – dove è attiva un’oasi di birdwatching della LIPU – alla costa.

Potete percorrerne una parte anche in carrozza solo per godervi la vegetazione, ma anche per incontrare animali allo stato libero, dai dromedari (sì, avete letto bene) ai cavalli e ai bovini fra cui il “mucco pisano”.

Inoltre, spesso vengono anche organizzati degli eventi che coinvolgono pure i più piccoli.

Lungo la costa, poi, c’è un’altra interessantissima esperienza da fare nella Tenuta di Tombolo.

Potete seguire il “Sentiero delle Dune”, un percorso che da Marina di Pisa porta in 12 chilometri fino a Calambrone.

Attraversa boschi, piccoli centri abitati, dune e pinete.

Apprezzerete questo habitat particolare del Tombolo Pisano che è il confine biologico fra le foreste subatlantiche litoranee e quelle mediterranee tipiche della costa a sud di Livorno.

E visto che siete a Calambrone, sappiate che negli anni ’30 il regime di allora mostrò un notevole interesse per la zona, al punto da costruirvi delle strutture adibite a colonie estive, ora restaurate.

Inoltre, a Tirrenia sorsero degli importanti studi cinematografici, i Pisorno, una Cinecittà ante litteram.

Carlo Ponti li rilevò nel dopoguerra e qui hanno lavorato attori del calibro di Sofia Loren, Ugo Tognazzi, Fred Astaire, i fratelli De Filippo, Marcello Mastroianni e tanti altri.

L’ enigma della basilica senza facciata

La Basilica di San Piero a Grado

Se vi capita una giornata di vento forte e di mare mosso – ma anche se questo non dovesse accadere – fate i pochi chilometri che vi separano da San Piero a Grado e andate a visitare la basilica.

Fate attenzione, questa suggestiva costruzione romanica ha una storia tutta sua e un po’ enigmatica.

Intanto è certo che sia stata costruita su altre costruzioni precedenti.

Poi, si dice che sorga sul luogo in cui sbarcò San Pietro Apostolo.

In più, per arrivare praticamente a ieri, è, oltre che senza facciata, anche senza campanile perché fu fatto saltare dai tedeschi nel ‘44 per evitare che divenisse un punto di osservazione per i nemici.

Ci sono tantissimi particolari che alimentano il mistero di questa solenne costruzione, come per esempio un bassorilievo che rappresenta una pannocchia di mais, pianta non ancora conosciuta in Europa a quei tempi.

Ma anche solo ammirare capitelli e affreschi percorrendo la navata maggiore è una ragione più che sufficiente a fare questa breve escursione.

Bene! credo di avervi dato abbastanza spunti per passare una vostra vacanza sul litorale pisano.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *