Le colline fiorentine

Condividi ora!

Colline fiorentine è il nome comune con cui ci si riferisce al complesso di rilievi che circondano la città di Firenze

Alcuni sono più pronunciati quali Monte Morello, Monte Acuto, Monte Ceceri, Poggio Alberaccio, Poggio di Firenze.

Chiaramente ciascuno di essi ospita uno o più punti panoramici “famosi”.

Solo per dirne qualcuno: Fiesole, il piazzale di Monte Morello, Montececeri, Settignano.

Da qui è possibile osservare tutta la bellezza della città.

La Villa Medicea della Petraia a Sesto Fiorentino

Per chi, come me, vive a Firenze, le colline che circondano la città sono quasi scontate, appartengono al paesaggio a noi noto.

E nelle calde notti d’estate, diventano le protagoniste di una parte della movida cittadina, in cerca di un po’ di fresco in uno dei borghi adagiati su di esse.

Qualcuno si concede una cena in ristoranti con terrazza panoramica, oppure semplicemente un gelato al fresco, passeggiando tranquillamente.

Al centro di questa conca naturale si distende “la culla del Rinascimento“, tagliata in due dal fiume Arno.

Con le innumerevoli opere d’arte e i ricchissimi musei, ha il primato mondiale di espressioni artistiche e culturali rispetto a un’area così ristretta.

Attorno alla città, è possibile visitare una serie di cittadine e villaggi.

Hanno notevolissime attrattive storiche, artistiche, culturali che fanno degna corona al capoluogo di regione.

Le vestigia etrusche e romane di Fiesole, il borgo storico di Calenzano e le ville medicee di Sesto Fiorentino sono solo alcuni degli esempi da citare.

Cosa c’è sulle colline?

Sui versanti delle colline, oltre ai borghi, vigneti ed oliveti caratterizzano costantemente il paesaggio.

La secolare coltivazione di viti e olivi è diffusa e ben visibile ovunque.

Tipico paesaggio dei Colli Fiorentini

Ottimo è il vino, con alcune produzioni che hanno ottenuto il marchio di qualità Chianti Classico dei Colli Fiorentini.

Per quanto riguarda l’olio extravergine d’oliva, la produzione risale addirittura alle epoche etrusca e romana.

Poi, ovviamente, nei secoli successivi si è costantemente ampliata.

Per premiare la qualità di entrambe le produzioni, la Regione Toscana ha istituito formalmente la Strada del Vino e dell’Olio Chianti Classico.

Ed in quest’area operano più di 200 aziende agricole.

Borghi adagiati sulle colline fiorentine

Ce ne sono diversi, tutti degni di nota e con particolarità uniche.

Sicuramente il più importante è Fiesole.

Di origine etrusca e romana, conserva ancora un anfiteatro dove in estate si tengono concerti e spettacoli.

Ed è inutile dire che per questo genere di eventi è una cornice a dir poco unica.

L’area dell’anfiteatro e dei resti romani ed etruschi, è visitabile tutti i giorni.

L’ Anfiteatro a Fiesole

Oltre a questo, a Fiesole si può tranquillamente trascorrere almeno una mezza giornata.

Si possono visitare i tanti punti particolari che racchiude.

Ma ti suggeriamo di attendere il tramonto per concederti un aperitivo in un’atmosfera suggestiva.

Contattaci, ti faremo scoprire paesaggi e borghi indimenticabili, la ricchezza immensa della Toscana!

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *