Lucca la Città delle Cento Chiese

Condividi ora!

La Città delle Cento Chiese, con questo appellativo moltissimi conoscono Lucca proprio per l’altissimo numero di edifici religiosi che si possono contare all’interno delle sue mura, la maggior parte di essi costruiti durante il medioevo.

Lucca è una città d’arte ricca di palazzi, piazze e famosa per essere circondata da ben 4 chilometri di mura perfettamente conservate. Ben sei porte delle mura ancora oggi permettono di accedere alla città. 

Perchè Lucca è la Città delle Cento Chiese?

Il fatto che sin dal medioevo Lucca venisse considerata un importante centro religioso è dovuto a due motivi:  il passaggio della Via Francigena e  il Volto Santo.

Il Volto Santo

Il Volto Santo è un crocifisso di legno considerato miracoloso, meta di pellegrinaggio da tutta Europa e ovviamente tappa fondamentale della Via Francigena. Leggenda narra che Nicodemo, un discepolo di Gesù, scolpisse questo crocifisso.

Nicodemo non fece però il volto del crocifisso, fu Dio stesso che lo scolpì durante la notte. Solo nel 782 l’opera lasciò la Palestina a bordo di una nave senza equipaggio che sarebbe approdata in un luogo sicuro grazie all’intervento divino.

Il vescovo di Lucca lo vide in sogno e andò al porto di Luni ad attendere la nave. Quando arrivò, il crocifisso fu messo su un carro condotto da buoi che liberamente lo condussero a Lucca. 

Il crocifisso viene conservato nella Chiesa di San Martino e negli anni ci sono stati molti dubbi sulla reale età dell’opera. Nel 2020 grazie a tecniche particolari si è potuto stabilire l’età precisa facendo risalire l’opera tra l’VIII e il IX secolo. Il crocifisso è diventato protettore e simbolo di Lucca.

Tra le Cento Chiese di Lucca troviamo edifici che vanno dal medioevo, come la più antica chiesa dei Santi Giovanni e Reparata, sino ad opere più moderne.

Moltissimi artisti si sono adoperati nei secoli per abbellire l’interno di queste meravigliose chiese.

Oggi molti edifici religiosi del passato sono sconsacrati, talvolta riconvertiti in spazi culturali, ma il numero di chiese attive all’interno delle mura resta comunque notevole.

Particolare della facciata del Duomo di Lucca

Le più importanti tra le Cento Chiese

Ogni chiesa è un piccolo scrigno d’arte, quindi, il consiglio che possiamo darvi è di visitarne quante più possibili, affacciarvi ad ammirare soffitti e colonnati, senza fermarvi ad una lista ben precisa. Qui per ovvi motivi di “spazio” parleremo delle tre chiese considerate più importanti.

Cattedrale di San Martino (Duomo di Lucca)

Situata nell’omonima piazza fu edificato nel 588 per volontà di San Frediano, vescovo della città. Ricostruita a partire dal 1060 venne nel 1070 consacrata da Papa Alessandro II.

Ha subito poi un successivo ampliamento tra il XII e il XVI secolo. 

La facciata  è decorata con marmi policromi, decorazione  tipica del romanico pisano. Sul pilastro a ridosso del campanile troviamo l’affascinante scultura del labirinto, importante simbolo legato al tema del pellegrinaggio e per questo presente anche in altre chiese poste lungo la Via Francigena.

L’interno è maestoso, a croce latina con tre navate ampie e un abside risalente al 1308. Vi sono conservate opere d’arte di grande interesse come alcuni dipinti del Tintoretto tra cui “L’ultima cena” e “Il monumento funebre di Ilaria del Carretto” realizzato da Jacopo della Quercia

Ma il vero tesoro del Duomo è ovviamente il Volto Santo.

Chiesa di San Michele in Foro

Così chiamata perché realizzata nell’VIII secolo al centro dell’antico foro romano. Per volere di Papa Alessandro II, nel 1070 iniziarono la costruzione della chiesa. I lavori si sono protratti a lungo e il passaggio a epoche successive ha portato alla creazione di un’opera architettonica complessa con una contrapposizione di diversi stili. Oggi troviamo una basilica in stile gotico con motivi romanici. 

L’elegante facciata della chiesa di San Michele in Foro

La facciata è composta da quattro ordini di logge ed è sormontata dalla statua di marmo dell’Arcangelo Michele nell’atto di sconfiggere un drago con la lancia. Secondo la leggenda lucchese in particolari condizioni di luce è possibile intravedere uno scintillio proveniente da una pietra preziosa incastonata nella statua. 

Basilica di San Frediano

È una delle più antiche tra le Cento Chiese della città di Lucca.

Fu lo stesso San Frediano, vescovo di Lucca, a fondarla nel VI secolo ed inizialmente fu dedicata a San Vincenzo.

La prima cosa che salta all’occhio e affascina da fuori è il meraviglioso mosaico risalente al XIII secolo che domina la facciata.

È rarissimo trovarlo in opere di stile romanico e in Toscana l’unica altra facciata decorata così è quella di San Miniato al Monte a Firenze. Il mosaico raffigura il Cristo Redentore che ascende al cielo, in una mandorla portata da due angeli, in mezzo agli Apostoli.

Il mosaico sulla facciata della chiesa romanica di San Frediano

Nonostante diversi restauri il suo semplice aspetto medievale è ancora ben visibile.

All’interno troviamo opere di grande bellezza tra cui il fonte battesimale del XII secolo. L’opera marmorea di Jacopo della Quercia, che si trova nello spazio adibito a battistero, è decorata con splendidi rilievi che raffigurano le storie di Mosè, degli Apostoli e i Mesi.

Le cappelle

Lungo le navate della basilica troviamo diverse cappelle nobiliari tra cui quella che custodisce il corpo di Santa Zita e la cappella di Sant’Agostino.

All’interno di quest’ultima, oltre alle scene della vita di Sant’Agostino, vi sono raffigurate immagini che narrano due episodi fondamentali della storia di Lucca. Il primo è il miracolo di San Frediano. Il santo è rappresentato mentre gratta la terra con un rastrello per tracciare il futuro letto del fiume Serchio. Il secondo è l’arrivo a Lucca il 13 settembre 742 del grande crocifisso di legno, il Volto Santo.

Per ricordare il suo arrivo miracoloso a Lucca ogni 13 settembre dalla Basilica di San Frediano parte una processione che arriva alla cattedrale dove è conservato il crocifisso. Il percorso, chiamato la “Luminaria“, è illuminato da migliaia di piccole candele.

Lucca è una città dalle mille sorprese dove arte, cultura, culto, natura ed eventi creano una delle più interessanti città della Toscana!

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *