Lucca oltre le mura

Condividi ora!

Lucca com’è oggi al di fuori delle sue mura?

Come molte altre città medievali, anche Lucca ha dovuto difendersi dagli attacchi nemici.

Ancora oggi, la città è racchiusa da una cinta muraria tuttora intatta… finiti i tempi in cui si temevano attacchi dai vicini, oggi la città si estende anche al di fuori della protezione di quelle mura che ora sono diventate parte vivibile della città!

Le mura di Lucca

Le mura stesse, oggi, offrono un punto di vista sulla città come nessun altro luogo del mondo può fare: sulle mura si può passeggiare, correre, andare in bici, fare pic-nic o fermarsi ad ammirare Lucca su una delle tante panchine sistemate negli angoli più suggestivi.

Chi visita questa splendida città per la prima volta, non può perdersi una passeggiata sulle mura!

Cosa vedere fuori dalle Mura? Le ville Lucchesi

Ma Lucca offre tantissime attrazioni anche al di fuori delle sue mura.

Fra queste le più conosciute sono sicuramente le ville lucchesi.

Oltre alle particolarità architettoniche, questi palazzi lussuosi portano con sé pezzi di storia, racconti legati alla tradizione lucchese e italiana e, con i loro giardini, sono in grado di regalarti momenti di relax e grande fascino.

La limonaia di Villa Grabau

Villa Grabau

Lo spettacolo comincia ancora prima di entrare tra le stanze di Villa Grabau: la villa è incorniciata da siepi scolpite che accompagnano lungo il viale di accesso e abbracciano il palazzo.

L’architettura in stile neoclassico ti porterà indietro nel tempo, ma qui sono i giardini botanici ad essere i veri protagonisti.

Le specie arboree coltivate nei giardini di Villa Grabau provengono da tutto il mondo, ma di sicuro il tesoro più prezioso è costituito dagli oltre 70 alberi di limoni antichi esposti sui giardini a terrazzo del lato Sud.

Villa Reale

Un angolo della Villa Reale di Marlia

La Villa Reale a Marlia è vicinissima a Villa Grabau e altrettanto maestosa.

La particolarità di questo luogo è che, invece che essere avvolto nel misticismo e nella solennità, queste stanze si popolano spessissimo di eventi, feste, mostre e spettacoli.

Ma perché si chiama Villa Reale?

Nel 1806, sia la villa che i suoi giardini furono acquistati da Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone e Principessa di Lucca.

Villa Torrigiani

Lo stile barocco di Villa Torrigiani

Lasciamo per ultimi lo stile austero neoclassico per i colori e gli ornamenti dello stile barocco di Villa Torrigiani.

Anche qui si può passare il tempo all’aria aperta, tra la vegetazione, le fontane e le statue che adornano i giardini del palazzo.

Ciò che rende famosa Villa Torrigiani, però, sono sicuramente i giochi d’acqua, la Grotta dei Venti, e il giardino segreto che sorge all’ombra delle statue di Ninfeo.

Conclusioni

Volgendo lo sguardo all’esterno delle mura di Lucca, la città si scopre ancora più interessante e pronta a svelare i propri segreti più nascosti!

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *