Monteriggioni borgo fortificato

Condividi ora!

Percorrendo la Autopalio, cioè la superstrada che da Firenze porta a Siena, ad un certo punto, sulla destra, svetta su una collina un borgo fortificato: Monteriggioni

Monteriggioni, un antico castello medievale

Monteriggioni: una parte delle mura

Il castello, di origine medievale, risale al 1220.

Fu costruito dalla Repubblica di Siena, come avamposto per difendersi dalla rivale Firenze.

Per diversi secoli ebbe uno scopo puramente militare che servì a respingere una miriade di attacchi e assedi.

A partire dalla metà del Cinquecento, con l’annessione dello Stato Senese a quello Fiorentino, la sua funzione prettamente militare lasciò il posto a quella di borgo abitato.

Monteriggioni borgo fortificato, lo stato di conservazione

Ancora oggi gran parte della struttura del XIII secolo è ben conservata.

La sua cinta muraria, realizzata in pietra, conferisce a Monteriggioni il titolo di luogo unico tra i borghi medievali toscani.

Quattordici torri a pianta rettangolare, oltre ad una quindicesima torre addossata alla collina interna, intervallano le mura che tutt’ora circondano il borgo.

Porta di accesso

Piazza Roma con la Pieve di Santa Maria Assunta e il pozzo

Vi accompagno alla scoperta di questo borgo meraviglioso, attraverso la porta principale, nominata Porta Franca o Romea, in quanto rivolta verso Roma.

Essa si apre alla base di una torre con un ampio arco a sesto acuto.

È molto probabile che in passato ci fosse anche un ponte levatoio, che doveva abbassarsi su uno scomparso fossato esterno.

A sinistra dell’arco si trova l’iscrizione che ricorda la fondazione di Monteriggioni nel secondo decennio del Duecento, mentre nella lapide di destra si celebra il neonato Stato unitario italiano nel 1860. 

Lì, a pochi passi, ci si ritrova nel cuore del castello rappresentato dall’ampia Piazza Roma, sulla quale si affaccia la Pieve di Santa Maria Assunta

A spasso nel borgo

Da non perdere i camminamenti sulla cinta muraria, da cui si gode di panorami mozzafiato sulla meravigliosa campagna circostante.

Altro suggerimento, fate una passeggiata per le vie e piazzette del borgo.

Vedrete pozzi e cisterne che ricordano l’importanza vitale di disporre di ingenti riserve di acqua, in caso di assedio.

Monteriggioni si trova in un punto strategico e di passaggio durante la visita di San Gimignano, Siena e l’indimenticabile Val D’Orcia.

Il momento migliore per godere della luce più bella, che rende il borgo ancora più suggestivo, è il tramonto.

I colori del tramonto

Tramonto sulle mura di Monteriggioni

La Toscana è famosa, tra le altre cose, per gli imperdibili tramonti dai colori intensi.

Immagina di trovarti all’interno del borgo fortificato.

Immagina di affacciarti da una delle porte e restare ammaliato dall’arancio che ammanta le colline circostanti.

Hai pensato molte volte di visitare questo indimenticabile pezzetto di Toscana ma non sapevi come inserirlo al meglio nell’itinerario?

Contattaci, saremo lieti di aiutarti e a suggerirti altri angoli suggestivi e imperdibili!

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *