Pisa ed il suo museo delle navi antiche

Condividi ora!

Il Museo de Le Navi Antiche di Pisa si snoda nelle maestose sale e campate degli Arsenali Medicei, sul lungarno pisano.

Un luogo che da subito è sembrato adatto ad ospitare le testimonianze storiche della città di Pisa.

E fra queste non potevano mancare naturalmente le grandi navi romane.

Come si decise di costruire gli Arsenali a Pisa

Fu il Granduca Cosimo I de’ Medici quasi quattro secoli fa a volere gli Arsenali.

Egli desiderava infatti consolidare la propria potenza navale e far risorgere le antiche glorie della Repubblica marinara pisana.

A questo scopo non solo fece costruire gli Arsenali, ma fondò anche l’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano.

Questo era un ordine militare strettamente legato al mare, in linea con i nuovi Arsenali.

Infatti, avevano una propria accademia navale nella vicina piazza dei Cavalieri.

L’ edificio venne progettato addirittura da Vasari in persona.

E buona parte della loro flotta venne costruita proprio presso gli Arsenali Medicei.

Dunque, l’Ordine di Santo Stefano e gli Arsenali facevano parte di un grandioso progetto unitario.

Era un progetto che mirava a rafforzare il potere del Granduca sul mare.

Infatti, i Cavalieri dovevano contrastare soprattutto l’espansione saracena nel Mediterraneo.

Ma dovevano anche proteggere le rotte commerciali, funestate dal pericolo dei pirati turchi.

La decadenza: da Arsenali a magazzini

Gli Arsenali pisani caddero però presto in disuso, anche perché a Livorno e a Portoferraio se ne costruirono di nuovi.

Tuttavia, ciò che affondò definitivamente il sogno di Cosimo fu soprattutto un mutamento nella politica marittima.

Mentre calava la domanda statale di grandi navigli, cresceva invece il settore privato della cantieristica navale.

Gli Arsenali del Granduca però, per motivi di decoro sociale, non potevano attendere alla costruzione di imbarcazioni private.

Fu così che nessuna nave vide più la luce negli Arsenali pisani.

Divennero così magazzini, legati alle funzioni difensive della vicina Cittadella, la fortezza che guarda verso il mare.

Allestimento del museo delle navi antiche di Pisa

Gli Arsenali sono dunque un luogo ricco di storia, che oggi si carica di nuovi significati.

Un luogo che rappresenta il lungo legame di Pisa con la navigazione, grazie ai reperti esposti.

Ma anche per l’edificio stesso, simbolo della volontà del Granduca di far rinascere la Pisa della Repubblica Marinara.

Da tutto ciò nasce dunque la volontà di conservare il più possibile la struttura degli Arsenali.

Una scelta che ne ha condizionato l’allestimento, soprattutto nelle sale “minori” lungo il corridoio.

Qui si è deciso di mantenere i box dei cavalli, completi ancora degli abbeveratoi e dei cancelli.

Ciò ha comportato una frammentazione del racconto espositivo.

È organizzato così in capitoli, che permettono al visitatore di spezzare ulteriormente le 8 sezioni tematiche in tanti piccoli momenti, da gustare a piccoli passi.

Museo delle navi antiche: le grandi navi romane

I grandi ambienti delle campate furono progettati per accogliere i grandi navigli granducali. 

Ora sono invece lo spazio ideale per dispiegare le magnifiche imbarcazioni restaurate.

Qui si trovano le maestose navi romane.

Sono indubbiamente il punto di partenza della lunga storia della navigazione a Pisa.

Ed è una storia che rivive nelle sale del museo.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *