Santuario della Madonna di Montenero

Condividi ora!

Situato su una collina rivolta verso il mare troviamo Montenero, quartiere della città di Livorno, famoso per il Santuario della Madonna delle Grazie meglio conosciuto come Santuario della Madonna di Montenero.

Dove siamo

Montenero si trova a 300 metri di altitudine sulla collina che guarda il mare e il porto d Livorno.

Dalla piazza del Santuario si possono ammirare scenari davvero incantevoli.

Da qui nelle giornate più belle e limpide possiamo vedere la torre della Meloria, la Corsica, l’Elba, e la pianura sino a Pisa.

Dal piazzale lo sguardo arriva fino alla Corsica

Un po’ di storia

Leggenda narra che il popolo conoscesse questa collina come il “Monte del Diavolo” perché rifugio di briganti e quindi luogo pericoloso e oscuro.

Il 15 maggio del 1345 un pastore storpio trovò un’Immagine della Vergine Maria e, spinto da una forza interiore, si recò a Montenero per portarla in salvo. Quando arrivò sulla collina il pastore era perfettamente guarito.

Altra storia narra che nel 1341, dal villaggio di pescatori che era allora Livorno, iniziò una sorta di culto indipendente, ma molto sentito, di immagini sacre. A questo culto si oppose la Chiesa che fece sparire alcune di queste immagini.

Una di queste era l’immagine della Vergine Maria che venne poi ritrovata vicino al fiume Ardenza da colui che la portò al sicuro sulla collina.

Quello che è certo è che iniziò un vero e proprio pellegrinaggio e il culto dell’immagine considerata sacra e miracolosa.

Da allora i livornesi attribuirono diversi miracoli a favore della città alla Madonna di Montenero.

Addirittura, durante il terribile terremoto del 1742, portarono l’immagine davanti alla Collegiata a protezione della città. 

Inizialmente costruirono pure una piccola cappella per accogliere i primi fedeli.

Con il passare degli anni, e grazie alla donazioni dei fedeli stessi, fecero diversi lavori di costruzione e ampliamento.

Nel 1774 la costruzione del Santuario della Madonna di Montenero era conclusa.

Durante questi anni la Curia affidò la carica di Custodi del Santuario ai frati Terziari prima e ai Gesuiti e Teatini poi.

Nel 1792 subentrarono i Monaci Benedettini Vallombrosani presenti ancor oggi.

Fu Papa Pio XII, nel 1947 a proclamare la Madonna di Montenero Patrona della Toscana.

Questa ricorrenza viene festeggiata ogni 15 Maggio.

Particolare dell’interno della chiesa con la raffigurazione della Madonna

Cosa vedere nel Santuario della Madonna di Montenero

Chiesa

La Chiesa con il campanile su un lato è l’edificio principale del Santuario. In stile barocco vi si accede attraverso un elegante porticato. L’interno è a croce latina con transetto a cupola.

Al centro dell’altare troviamo l’importante dipinto di Jacopo di Michele “Gerra” raffigurante la Madonna. Il pittore la rappresenta con una grande raggiera dorata, vestita con abito rosso e mantello blu, mentre si china verso il bambino che tiene in braccio. 

La cupola è decorata con il Paradiso in Festa, opera del maestro Traballesi, e rappresenta le figure più importanti dell’Antico Testamento.

Grotte di Montenero

I briganti le usavano come nascondiglio, ma le Grotte furono un ottimo rifugio durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1971 vennero effettuate diverse opere di risanamento ed ora sono aperte al pubblico.

Galleria ex voto
La galleria degli ex-voto

Contiene più di 700 ex voto disposti lungo i lati della chiesa a partire dal 1800 ad oggi .

Immagini, dipinti e oggetti più vari che raccontano la storia delle persone che le hanno donate in ringraziamento alla Madonna di Montenero per grazie ricevute.

Galleria dei Comuni

Sul retro della chiesa del Santuario si possono vedere gli stemmi di molti i comuni, ben 287, donati dalle varie Giunte da quando la Madonna di Montenero è diventata la Patrona della Toscana.

La Cappella dell’Apparizione 

All’inizio della strada che conduce al Santuario, nel luogo dove la tradizione fa risalire il ritrovamento dell’immagine della Vergine Maria, si trova la Cappella dell’Apparizione.

La cappella è stata ricostruita recentemente nel 1956 al posto della “Cappellina”.

Risaliva al 1603 ed era molto più piccola dell’attuale; la distrussero i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *