Sentieri lungo i fiumi

Condividi ora!

Fare trekking in Toscana è appagante ovunque e tanti sono i sentieri tracciati in campagna, in montagna e al mare.

Avete mai fatto trekking lungo un fiume?

È una situazione ambientale particolare e noi ve ne suggeriamo cinque.

Sentieri lungo il fiume Greve

Il Greve, giunto ormai a Firenze

È un percorso assai suggestivo che si snoda in una natura incontaminata.

Parte dalla sorgente che è nel cuore del Chiantishire, sul monte Querciabella a circa 800 metri s.l.m.

Questa collina si trova in Comune di Radda in Chianti, fra Lamole, Albola e Volpaia, e già questo la dice lunga sullo spettacolo che la natura offre.

Si va verso nord per 43 chilometri, fino al Ponte dei Falciani nei pressi di Firenze.

Da qui è possibile continuare fino alla confluenza con l’Arno e, volendo, iniziare un trekking di tipo urbano.

Il sentiero incrocia la rotta delle migrazioni faunistiche ed è molto facile trovare animali tipici dei luoghi fluviali.

Seguendo il Merse fra Siena e Grosseto

Le Roste lungo il Merse nei pressi di Montieri

Il fiume Merse è apprezzato per le sue acque pulite e cristalline.

La parte dell’Alto Merse rientra nell’ambito della Riserva Naturale e prima di confluire nell’Ombrone passa per le Colline Metallifere di Montieri.

Qua il paesaggio racconta la storia mineraria del territorio in un passato non troppo lontano: resti di edifici, gallerie per la lavorazione dei minerali e utensili utilizzati per le estrazioni.

Affascinanti sono le “Roste”, una forma di erosione sui cumuli dei resti della lavorazione del rame delle vicine miniere.

Altri sentieri coprono itinerari che raggiungono posti affascinanti e storici come l’Abbazia di San Galgano e la Spada nella Roccia oltre al Ponte della Pia, all’Eremo di Rosia e altri.

Sentierelsa

Un passaggio lungo l’Elsa

Il fiume Elsa nasce a Sovicille, in provincia di Siena, e sfocia in Arno nei pressi di Empoli.

In questo contesto si trova un percorso storico e naturalistico di quasi 5 chilometri di cui un paio costeggiano il fiume.

Siamo nell’ambito dell’Area Naturale Protetta di Interesse Locale del Parco Fluviale dell’Alta Val d’Elsa.

Questo fiume è ben noto per le sue acque limpide e turchesi.

Il sentiero che lo percorre porta a contatto con la natura faunistica, ricca soprattutto in anfibi, pesci e uccelli.

Ma anche con una fitta vegetazione che si intreccia con la storia del territorio.

Si ha modo di vedere le gore dell’industria cartiera di Colle Val d’Elsa, il mulino settecentesco nonché il ponte medievale che fino ai primi dell’Ottocento è stato il collegamento tra le sponde del fiume.

Sentieri del Valdarno

Panoramica sulle Balze del Valdarno

Siamo nell’Aretino e le Balze del Valdarno sono delle conformazioni geologiche caratteristiche del territorio le cui origini risalgono alla preistoria.

Allora, all’interno di queste alture sabbiose, color giallo ocra, erano contenuti addirittura dei laghi.

Per scoprire tutte le curiosità e le caratteristiche di quest’area è necessario percorrere i vari sentieri che si possono seguire e da dove è possibile ammirare un paesaggio naturalistico molto particolare.

Ma se volete camminare lungo un fiume, in questa zona c’è un sentiero davvero speciale.

È quello dell’Acqua Zolfina che parte da Castelfranco di Sopra e si snoda per quasi sei chilometri lungo dei torrenti di acqua sulfurea.

E per concludere le Foreste Casentinesi

Foreste Casentinesi nei pressi di Camaldoli

Si tratta di un Parco Nazionale molto esteso, ricchissimo di faggete e di ruscelli.

Si spinge ad ovest fino all’Acquacheta e poi ad est fino a La Verna, anche se le Foreste “storiche” sono quelle del settore centrale, tra il Monte Falterona ed i Mandrioli.

È condiviso da Toscana ed Emilia Romagna e un sentiero veramente fantastico, quello delle Cascate dell’Acquacheta, si snoda soprattutto in territorio romagnolo.

Ma anche rimanendo in Toscana, sono tanti i sentieri che seguono torrenti di acqua limpida in boschi incontaminati.

Non dimentichiamoci che qua ha la sua sorgente l’Arno e che un sentiero conduce fino a Capo d’Arno, appunto.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *