Val di Chiana: donne che fanno la Toscana

Condividi ora!

Abbiamo già accennato in precedenza alla continuità di certe caratteristiche fra le donne etrusche e quelle odierne in Val di Chiana.

Allora come ora si tratta di donne brillanti, autonome, capaci ed intraprendenti.

Un viaggio in Toscana non è fatto solo di panorami spettacolari ma anche di imprese che lavorano sul territorio e lo valorizzano.

E molte sono le donne che fanno questo.

Facciamo un tour virtuale per conoscere alcune di queste imprenditrici.

Val di Chiana e Val d’Orcia

Fra Val di Chiana e Val d’Orcia c’è quasi un dipolo enologico d’eccellenza: Montalcino col suo Brunello e Montepulciano con suo Vino Nobile.

E per andare dall’uno all’altro si passa da Pienza, altro centro eccellente.

Iniziamo, dunque, facendo questo percorso.

Una degustazione al caseificio di Silvana

Montalcino

Conosceremo Donatella, fondatrice del Movimento del Turismo del Vino e ideatrice dell’evento “cantine aperte”.

Donatella insegna turismo del vino in tre università e ci accoglierà nella sua cantina. 

Ci racconterò della realizzazione del suo sogno, della sua visione che punta sulle donne e della rivoluzione che ha portato aprendo le cantine toscane ai turisti.

Pienza

Qui incontreremo Silvana che nel suo caseificio produce un pecorino Gran Riserva che ha ricevuto il “Super Gold”, il massimo riconoscimento mondiale per i formaggi e che è tra i migliori formaggi del mondo.

La storia di Silvana è una storia di tradizione, passione e gusto autentico.

Ed entriamo in Val di Chiana: Montepulciano

L’ingresso alla cantina di Caterina

E arriviamo nella patria del Vino Nobile.

Ci accoglierà una donna laureata in lettere che sognava musica e teatro.

Fino a quando il padre non le chiese di interessarsi alla vigna.

Caterina non ne fu contenta, ma dopo la prima vendemmia sbocciò in lei un sentimento nuovo e non si è più allontanata dalle viti e dal vino pur non dimenticando il suo amore per l’arte.

La sua Cantina è una delle espressioni più raffinate del legame tra arte, vino e architettura, e realizza sapientemente la visione di Caterina.

Un piatto di Tiziana

Chiusi

Spostandoci in questo splendido centro etrusco che fu la ricca città di Clevsins, faremo la conoscenza di Tiziana.

E la faremo nel suo ristorante dove si pone come obiettivo la felicità di chi è tavola.

È stata premiata da Slow Food come miglior ostessa e chef director d’Italia.

La storia di Tiziana si snoda nella ricerca di prodotti del territorio e di processi lavorativi.

L’attenzione alla lievitazione è al centro delle sue ricette, che reinterpretano la cucina tradizionale con un pizzico di fantasia.

Montefollonico

I fiori di Laura, Teresa e Mara

Successivamente, risalendo la Val di Chiana verso nord, potremmo fare una breve deviazione che vale senz’altro la pena fare per conoscere una cosa unica: una Flower Factory.

È condotta da tre sorelle – Laura, Teresa e Mara – e producono fiori biologici con cui realizzano degli allestimenti per grandi eventi.

Nel loro bellissimo giardino sarà addirittura possibile partecipare ad un Flower Lab col quale imparerete l’arte dei fiori.

Castello del Calcione

Ebbene, In questo imponente baluardo fra Siena e Arezzo, conosceremo Selvaggia, giovanissima imprenditrice agricola.

Si occupa della gestione di questo antico castello sviluppandone l’aspetto creativo e culturale.

Oggi si può visitare ed apprezzare rari pezzi d’arte come lo stemma, opera di Luca e Andrea della Robbia.

L’imponente Castello del Calcione

Concludendo sulla Val di Chiana

Per riassumere, vi abbiamo proposto questo piccolo tour ideale in Val di Chiana partendo dalla Val d’Orcia con un obiettivo assolutamente al femminile.

Ma oltre queste eccellenze non dobbiamo dimenticare tante nonne e massaie che vi potranno insegnare a fare i pici o come si cuoce un appetitoso sugo all’aglione.

Le troverete un po’ ovunque, non dimenticatele.

Visita il sito con le nostre proposte viaggio toscana.bluesubmarineviaggi.com

Se cerchi un itinerario su misura, chiedi la nostra consulenza gratuita

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *